">

Le foto di Milano

La mappa

Il Teatro Alla Scala

Il Castello Sforzesco

La Triennale di Milano

Musei del centro

Il Naviglio Grande

Viale Monza

Via Torino

Hotel di Milano

Ristoranti

Pizzerie

Discoteche

Milano by night

Il tempo a Milano

Asl di Milano

Canali e programmi TV

Guida radio

Traffico

Orario treni

Trova il C.A.P.

Cerca codice fiscale

Prefissi telefonici nazionali

Campeggi in Lonbardia

Motori di ricerca

Patente a punti

Studenti.it

Veicoli rubati o abbandonati

Il Corriere della sera

Libero

Il giorno

La Gazzetta

Partiti politici a Milano

Partiti politici nazionali

Partiti e movimenti politici italiani

La città dei bambini

Tutti i nuovi cartoni

Cartoon Network

Bambinopoli

 

 

 

Mercati rionali di milano: clicca sulla piantina

Fiera di Senigallia. Tutti i sabati in Via Valenza a Porta Genova Milano. Tra le sue bancarelle si trova un po' di tutto: dal nuovo all'usato, dall'antico al moderno, dall'etnico al milanese, dallo chic agli articoli più insoliti. Tra i vestiti usati si possono scovare divise e anfibi militari, giacconi, maglioni e zaini. Non manca l'artigianato come le lampade in ferro battuto stile liberty o le statue dall'Africa nera. Ci si perde poi tra le bancarelle di libri, riviste e fumetti: tutto scontato del 50 per cento sul prezzo di copertina. Orari dalle 8,30 alle 18,00.

Stazione Centrale tutte le domeniche: Milano, di fronte alla Stazione Centrale nel grande Piazzale Duca d'Aosta, con circa 85 banchi di soli commercianti d'arte , dal 10 dicembre al 6 gennaio, ci sarà in pianta stabile, un Mercato con circa 140 banchi, di tutti i tipi, dai gioielli, ai giocattoli, antiquariato, cioccolato, regalistica di Natale, abbigliamento di natale, etc.

Mercato delle Pulci. Ttra gli oggetti di modernariato e antiquariato, ci sono oggetti d'uso comune: dalle pentole alle ruote dell'auto e a qualsiasi altra cosa ci possa immaginare. Ogni domenica mattina in piazzale Cuoco e a San Donato Milanese, dove in un mercato recintato, tra gli ambulanti ci sono magrebini, mediorientali, asiatici, africani e italiani che creano un vero e proprio mare di gente multietnica. Non mancano naturalmente i venditori di alimentari arabi e i chioschi dove poter assaporare kebab. Orari: dalle 8,00 alle 13,00.

Mercatino dell'est, ogni domenica nel parcheggio della metropolitana di Cascina Gobba. Tra Van adibiti a bancarelle si può trovare di tutto: vino, grappa, pesce essiccato e sigarette. Orari:dalle 08,00 alle 12,00.

Mercatino dell’antiquariato in Piazzale Lotto la seconda domenica del mese.

Ogni terza domenica del mese appuntamento tra bancarelle del mercatino di Brera in Via Fiori chiari e vie limitrofe, divenuta ormai tappa obbligata per chi ama il centro storico milanese. Orari: tutto il giorno.

Il grande mercato dell'antiquariato che si svolge l'ultima domenica di ogni mese lungo tutto il primo tratto del Naviglio Grande, da Viale Gorizia al ponte di via Valenza, su un percorso di quasi due chilometri interamente affacciato sulle sponde del canale più antico di Milano. Ospita mensilmente più di 400 espositori di mobili, orologi, porcellane, argenti, gioielli, bambole, giochi, collezionismo, libri, occhiali, radio, modernariato, bastoni, bronzi, vetri, fumetti, stampe, antiquariato etnico e altro sono a disposizione dei cittadini e del turismo internazionale.
Durante lo svolgimento della manifestazione tutti i negozi della zona restano aperti, così come tutti i locali di ristoro, per rendere piacevole la visita alla mostra.

La tradizionale fiera degli Obej obej, espressione dialettale che gli ambulanti usavano per attirare i clienti verso la loro bancarella. Oggi che di tradizione ne è rimasta ben poca traccia, la fiera è stata spostata presso il Castello Sforzesco e si terrà la prima settimana del mese di dicembre per il ponte di Sant'Ambrogio: un autentico mercato stradale.

A dicembre si svolge il Mercatino di Natale e dell'artigianato artistico in Largo Corsia dei Servi tra Piazza Duomo e Piazza San Babila. Tutti i giorni dalle ore 10,00 alle 22,00.

 

Milano, continuano ad emergere tra gli scavi edili ordigni bellici della seconda guerra mondiale. Non a caso un cartello apparso nel 1945 davanti alla stazione centrale, recitava così: Milano ferita dai "liberatori anglosassoni" Chiese distrutte n° 63 Scuole distrutte n° 44 Ospedali e istituti culturali distrutti n° 145 Case distrutte n° 10770

Milano, 20 ottobre 1944: fu uno dei peggiori e cinici massacri perpetrati dai "liberatori anglosassoni"

>>>

I bombardamenti aerei su Milano durante la II guerra mondiale

>>>

Ciudad Libertad de Opinion

Raccolta dei banners liberi d'attualità cliccate qui!

Se Volete inserire gratuitamente il Vostro link, cliccate qui!

Corso Buenos Aires

Corso Venezia/Piazza San Babila

Viale Molise

Piazza Cavour

Virgilio sport

Canale sport

Sport pro

Palestre

Copyright © 2002 MILANOINTERNET - Milano Italia. On line dal 22/10/2002. Marchi, loghi e immagini, appartengono ai rispettivi autori.
MILANOINTERNET non è responsabile del contenuto dei siti recensiti. Informazioni generali: milano.internet@libero.it